Julio Cesar Chavez Vs Meldrick Taylor I

Chavez montante Taylor - round12.it

L’incontro tra Julio Cesar Chavez (vedi biografia dettagliata) e Meldrick Taylor I è stato in Las Vegas il 17 Marzo 1990. Al tempo entrambi gli atleti erano imbattutti e rispettivamente WBC World Junior Welterweight Champion per il messicano Chavez e IBF World Junior Welterweight Champion per l’americano Taylor. Entrambi i titoli erano in palio. Consideranta la potenza di Chavez e la velocità di Taylor l’incontro è stato intitolato “Thunder Meets Lightning” (fulmine incotra tuono).

Le aspettattive non sono state tradite in quanto il match è stato premiato da Ring Magazine come “incontro dell’anno” (1990) e in seguito “incotro del decennio“. Chavez, una dei più grandi campioni messicani, si presentava con un record di 68 vittorie e nessuna sconfitta, un record impressionante e mai eguagliato nella boxe moderna. Con il suo stile ortodosso e frontale, Chavez rappresente il pugile messicano per antonomasia. Famoso per il suo gancio al fegato e la sua capacità di incassare, il messicano in questo incontro è messo in grande difficoltà dalla velocità di Taylor, pugile che più tardi verrà etichettato come uno dei più veloci della storia.

D’altra parte Taylor, che si presenta anch’egli imbattuto e con una forma fisica impeccabile, si espone troppo alla potenza del messicano rendendo difficile la sua tenuta negli ultimi round. Un incontro da seguire letteralmente sino all’ultimo secondo, dove Richard Steele, arbitro dell’incontro, prenderà una delle decisioni più coraggiose della storia della boxe e che lo penalizzerà per il resto della sua carriera.

Anni dopo Chavez confesserà in varie interviste che il suo primo incontro con Taylor sarò l’incontro più duro della sua vita contro il pugile più forte che avesse mai incontrato.